Ultima modifica: 22 dicembre 2017
Indirizzi di studio > Indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio (CAT)

Indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio (CAT)

 

GEORIENTIAMOCI: una rotta per l’orientamento

 

 

Il diplomato nell’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio:
• ha competenze nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell’impiego degli strumenti per il rilievo, nell’uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell’utilizzo ottimale delle risorse ambientali;
• possiede competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, nell’organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico;
• ha competenze nella stima di terreni, di fabbricati e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, comprese le operazioni catastali;
• ha competenze relative all’amministrazione di immobili.

E’ in grado di:
collaborare, nei contesti produttivi d’interesse, nella progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi, operare in autonomia nei casi di modesta entità;
intervenire autonomamente nella gestione, nella manutenzione e nell’esercizio di organismi edilizi e nell’organizzazione di cantieri mobili, relativamente ai fabbricati;
prevedere nell’ambito dell’edilizia ecocompatibile le soluzioni opportune per il risparmio energetico, nel rispetto delle normative sulla tutela dell’ambiente, redigere la valutazione di impatto ambientale;
pianificare ed organizzare le misure opportune in materia di salvaguardia della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro;
collaborare nella pianificazione delle attività aziendali, relazionare e documentare le attività svolte

Titolo di studio

Il diploma conseguito al termine dei cinque anni è quello di perito tecnico in Costruzioni, Ambiente e Territorio

Materie caratterizzanti

Topografia: strumenti e metodi operativi per il rilievo e la restituzione di una porzione di crosta terrestre con lo scopo di crearne una rappresentazione grafica (ad es. carta topografica)

Progettazione, costruzioni e Impianti: disegno e progettazione edilizia (case, appartamenti, uffici …), calcolo degli elementi portanti di un edificio (muri, solai, pilastri …), tecnologie dell’abitare

Geopedologia, Economia ed Estimo: studio e classificazione dei suoli finalizzato alla loro difesa e al loro utilizzo, studio dei metodi di valutazione di beni immobili (case, terreni, negozi …) e strumenti di amministrazione condominiale

Gestione dei cantieri e Sicurezza: organizzazione dei lavori in un cantiere edile e studio delle norme per la sicurezza nell’ambiente di lavoro

Tali discipline vengono approfondite nel corso del triennio durante i numerosi stage formativi presso aziende, studi tecnici e uffici pubblici che la scuola organizza da molto tempo con alto gradimento degli studenti e dei datori di lavoro.